Musica per i Borghi 2017: Loredana Bertè, Marina Rei, Modena City Ramblers, Buscaja, giovani talenti e … street food

E’ dal 2003 che “Musica per i Borghi” sintetizza l’identità di Marsciano, importante Comune dell’Umbria, i caratteristici borghi di origine medievale ed una forte e viva vocazione musicale.

Il Festival, scaturito dalle manifestazioni musicali estive realizzate dal 2000 al 2002, si è caratterizzato nel panorama nazionale per originalità, stabilità e, aspetto non da poco, la formula del concerto gratuito, reso possibile dal coinvolgimento di Comune e istituzioni e soprattutto degli sponsor privati che sostengono il 70% dei costi, così da realizzare le migliori condizioni per un sviluppo turistico culturale ed economico dello stesso territorio di riferimento.

E “Musica per i Borghi” torna, nel 2017, con un cartellone di tutto rispetto, che coniuga la musica italiana più accreditata e giovani talenti, senza disconoscere la sua anima etno-popolare.

Dal 20 al 30 luglio, fra i concerti di punta – annunciati dal direttore del festival, Valter Pescatori – Loredana Bertè, Marina Rei, Modena City Ramblers e Buscaja, ma spazio anche ad artisti emergenti ed allo street food – secondo una logica sposata dall’associazione Musica per i borghi con il Presidente, Andrea Pompadura – un’area a tema fruibile in quattro delle sette serate.

Si parte, quindi, giovedì 20 luglio a Papiano con i Modena City Ramblers e il loro “combat folk”. Venerdì 21 luglio sarà il borgo di Villanova, per la prima volta palcoscenico del festival, a ospitare il ritorno dei Buscaja con una serata swing, tributo a Fred Buscaglione. Atteso il concerto di Marina Rei, che si esibirà nella formazione a tre con batteria, chitarra e pianoforte, domenica 23 luglio a Spina. Gran finale con Loredana Bertè, sabato 29 luglio a Marsciano in piazza Karl Marx. A declinare le proposte cosiddette giovani, i ‘Reggaeton party’ (giovedì 27 luglio), ‘Stasera suono io’ (venerdì 28) ed un gruppo che, nella serata conclusiva del 30 luglio eseguirà cover del repertorio italiano.

Radio Subasio ha scelto di essere media partner dell’evento, perché ne condivide le finalità, al pari della prospettiva di speranza “quest’anno il valore aggiunto – ha infatti affermato il sindaco di Marsciano Alfio Todini – è la testimonianza che l’Umbria è viva e Marsciano fa la sua parte. È questo il messaggio che vogliamo mandare al resto d’Italia e ai cittadini europei”.