Torna “Riprenditi la città, Riprendi la luce”, video concorso per giovani di AIDI. Anche Radio Subasio c’è

Presentata a Milano la quinta edizione del concorso video “Riprenditi la città, Riprendi la luce”,rassegna di cortometraggi organizzata e promossa da AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione) in collaborazione con la Fondazione Triennale.

L’intento è divulgare la “cultura della luce”, partendo dai giovani, per stimolare in loro l’importanza che questo elemento riveste nella vita quotidiana e per conoscere e capire come, attraverso la luce, interagiscono con la città dove vivono, studiano o lavorano.

Anche quest’anno i protagonisti sono la luce, i giovani, le città e ancora il videoè lo strumento attraverso il quale raccontare la luce. Un breve filmato di 60 secondi realizzato con qualsiasi strumento (video camere, smartphone etablet). la partecipazione al concorso video è gratuita e avviene inviando i video al sito dedicato al concorso www.riprenditilacitta.it fino alla scadenza prevista per il 30 aprile 2018. Media partner dell’iniziativa sono le riviste LUCE ed Elle Decor, Radio Subasio e il portale Luxemozione dedicato all’illuminazione.

All’edizione 2018 possono partecipare due categorie di giovani: gli under 18 e gli under 30 che potranno raccontare la luce nell’ambito di tre diverse sezioni tematiche:LUCE E ARTE, LUCE E LUOGHI, LUCE E PAROLE. Tra i premi speciali ci sarà anche la nuova sezione “LUCE E FOTOGRAFIA” al fine di far emergere l’importanza della luce nella fotografia e nelle immagini. All’interno di ciascuna categoria saranno riconosciuti tre vincitori, uno per ogni sezione tematica. I tre vincitori della categoria dei giovani under 18riceveranno rispettivamente un buono di 500 euro da spendere in libreria e un iPad. I tre vincitori della categoria dei giovani under 30 riceveranno un premio di 2.000 euro ciascuno. Inoltre sono previsti due premi speciali (“Luce e Fotografia” e “Premio speciale della giuria”) di 1.000 euro ciascuno.

Il concorso parte da Milano e si concluderà, a maggio, a Roma presso il MAXXI, il Museo nazionale delle Arti del XXI secolo nell’ambito dei lavori del prossimo Congresso Nazionale di AIDI.