Amatrice: l’appello social per la medaglietta di Giulia è stato efficace. Trovata!

“Vi chiedo per favore oggi ho perso la medaglietta di mia figlia Giulia la indossavo da quando è diventata un angelo prego chiunque l’abbia trovata di contattarmi e di condividere il post il più possibile …” L’appello, diffuso via facebook domenica scorsa, è del papà di una bimba di 8 anni, morta nel terremoto che nel 2016 aveva colpito il Centro Italia.

Il piccolo cuore, appeso ad una catenina, probabilmente, era stato smarrito nei pressi del cimitero di Amatrice, dove la piccola è sepolta. Ovviamente, il padre non voleva acquistare una nuova catenina, quella che stava cercando era la sua, quella che da tempo testimonia il suo dolore ed il perenne ricordo. C’è voluto qualche giorno, ma il miracolo è avvenuto.

“Volevo dire alle quasi 50.000 persone che hanno condiviso il mio post – ha scritto felice il papà lunedì – che la medaglietta con il volto di mia figlia Giulia è stata ritrovata ❤❤❤❤❤ grazie a tutti di vero CUORE per tutta la vostra solidarietà …..sono veramente Felice ❤❤❤❤

L’episodio ha riportato alla luce quanto accade quella notte in cui la terra tremò. La bambina dormiva insieme alla sorella Giorgia, di 6 anni, quando il sisma le seppellì sotto le macerie. Giulia salvò la sorellina facendole da scudo; il suo corpo venne estratto per primo il 24 agosto 2016 … Giulia era volata via … Tra i tanti che hanno commentato il ritrovamento della medaglietta, c’è chi ha scritto “è stata proprio lei a fartela ritrovare!”.