California devastata dal fuoco

Circa un milione e mezzo di persone resteranno senza energia elettrica oggi in California, dopo che la Pacific Gas & Electric (PG&E) ha deciso di bloccare l’erogazione nelle aree coinvolte dai devastanti incendi di questi giorni.

La società è sotto inchiesta da parte delle autorità americane per avere tagliato le forniture a 970.000 case e aziende. Ma l’azienda ha comunque annunciato che altre 650.000 proprietà saranno interessati da nuovi tagli precauzionali nella giornata odierna, che dovrebbe essere caratterizzata da forti venti.

Migliaia di residenti vicino a Brentwood, ricco quartiere di Los Angeles, sono stati costretti a ad evacuare le proprie abitazioni. Tra le persone interessate dal provvedimento anche alcune star, come l’attore ed ex governatore dello Stato Arnold Schwarzenegger e la stella dei Los Angeles Lakers, LeBron James.

Intanto, riferisce la Bbc, a Los Angeles gli incendi hanno già devastato oltre 600 acri di terreno: in questa area circa 10.000 edifici si trovano nella zona di evacuazione obbligatoria. Il responsabile dei vigili del fuoco della città, ha affermato che le squadre di pompieri sono letteralmente “sopraffatte” dalle dimensioni degli incendi. “Hanno dovuto prendere alcune decisioni difficili su quali case proteggere – ha detto – molte volte dipende da dove arriva il fuoco. Ho visto abitazioni senza alcun danno, adiacenti a case totalmente distrutte”.