Consumi: famiglie tagliano acquisti cibi e bevande per 156 euro l’anno

La spesa alimentare degli italiani nel 2018 è stata di 5.544 all’anno per famiglia con una diminuzione di ben 156 euro rispetto a dieci anni fa.

E’ quanto emerge da una analisi di Coldiretti sulla base dei dati Istat dai quali emerge che l’incidenza della spesa alimentare sul totale è del 18%.

Si assiste complessivamente – sottolinea la confederazione – ad un taglio della spesa degli italiani del 3% nel corso del decennio ma cambia anche la composizione del carrello. L’ortofrutta diventa la maggiore voce di spesa degli italiani per un importo di 1.260 euro all’anno per famiglia e sorpassa la carne con 1.176 euro mentre al terzo posto sul podio sul podio pane e pasta con 912 euro all’anno.

Sul cibo in Italia si assiste in realtà ad una polarizzazione nei consumi con un numero elevato di cittadini che si rifugia nei discount low cost mentre chi può cerca di dare un contenuto etico e salutistico ai propri acquisti con l’aumento nel carrello del biologico, del prodotto locale e a chilometri zero, magari acquistato direttamente dal produttore nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica.

Nonostante il contenimento che si è verificato nel decennio la spesa alimentare – conclude Coldiretti – rappresenta, dopo l’abitazione, la voce più importante nel budget familiare.