E’ morto il papà del Commissario Montalbano. Addio ad Andrea Camilleri

Era ricoverato dallo scorso 17 giugno all’ospedale Santo Spirito di Roma, ma dal 21 giugno i medici avevano interrotto i bollettini.

Andrea Camilleri, lo scrittore siciliano autore di oltre 100 romanzi, è morto a 93 anni senza riprendere conoscenza, assistito dalla moglie e dalle tre figlie che si sono avvicendate nel reparto al secondo piano del più antico nosocomio d’Europa.

In una nota la ASL Roma 1 comunica che “con profondo cordoglio alle ore 08.20 del 17 luglio 2019 presso l’Ospedale Santo Spirito è deceduto lo scrittore Andrea Camilleri. Le condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali. Per volontà del Maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio”.

Tra i libri di Camilleri, tutti pubblicati in età matura, spicca la saga del Commissario Montalbano risalente al 1994, con “La forma dell’acqua”. L’omonima serie televisiva che ha fatto esplodere uno dei casi editoriali più significativi degli ultimi vent’anni ed anche lo stesso Luca Zingaretti, interprete principale, è del 1998.
I “gialli sociali” contestualizzati nell’immaginaria Vigata e vissuti dal commissario e dai suoi colleghi hanno avuto il merito di coinvolgere anche i lettori del Nord, facendo loro conoscere una Sicilia bellissima e reale. E nonostante le licenze linguistiche, come quel dialetto a tratti inventato e solo apparentemente difficile da capire, tutti alla fine hanno imparato il significato di termini come cabasisi, spiare, cataminarsi.

Prima di Montalbano, Camilleri esordì con “Un filo di fumo”, uscito da Garzanti nel 1980. Era un romanzo storico ambientato fra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Seguirono “La strage dimenticata”, “La stagione della caccia”, “La bolla di componenda”.

Uno dei primi messaggi di cordoglio è stato quello di Fiorello che già durante il ricovero aveva espresso parole di incoraggiamento e l’invito a non mollare. Su twitter lo showman ha condiviso anche un filmato nel quale lui e Baldini volevano convincere il maestro ad interpretare uno spot

Soltanto il 15 luglio Andrea Camilleri avrebbe dovuto tenere il suo spettacolo “Autodifesa di Caino” alle Terme di Caracalla di Roma , dopo il successo dell’estate scorsa al Teatro Greco di Siracusa del monologo “Conversazione su Tiresia”. La messa in scena era stata annullata dal Teatro dell’Opera di Roma qualche settimana fa e, in una nota il teatro aveva inviato “al maestro i più cordiali auguri di ristabilirsi quanto prima e di tornare presto all’affetto dei suoi moltissimi ammiratori”.
Previsto il rimborso dei biglietti, che verrà effettuato dalla biglietteria del Teatro dell’Opera, entro il 25 luglio, da lunedì a sabato tra le 10 e le 18 e la domenica dalle 9 alle 13.30. Chi li avesse acquistati sul sito ufficiale ticketone.it riceverà il rimborso sulla carta di credito, mentre chi si fosse recato personalmente in una delle agenzie Ticketone potrà, sempre entro il 25 luglio, tornarci di nuovo per ottenere il rimborso.

(Foto – Tgcom24)