E’ tempo di ritornare sui banchi … dimmi quale scegli …

Si sta progressivamente tornando a scuola e per molti ragazzi è fondamentale la scelta del banco.
Il primo giorno, come un po’ tutti gli anni, è corsa per accaparrarsi il posto migliore. C’è chi si sveglia prima, chi arriva all’ultimo secondo e se lo fa prendere dal compagno, ma tutti ne conoscono l’importanza.

Ogni ragazzo, sottolineano gli osservatori, sceglie il posto in base al suo carattere e alle intenzioni con le quali si prepara ad affrontare l’anno scolastico. C’è chi vuole stare attento, copiare, dormire o semplicemente farsi i fatti propri senza essere disturbato.

Dalla scelta del banco, per molti, può dipendere l’esito dell’anno scolastico! Infatti, se si è posizionati bene, si può scopiazzare e migliorare i propri voti. Oppure si può seguire meglio la lezione senza distrazioni. Quali sono i posti migliori?

– Il primo banco: su questo c’è il luogo comune che non si possa mai copiare e che si debba stare sempre attenti. In realtà i professori sono inclini ad allontanarsi dalle prime file durante i compiti in classe per seguire attentamente le ultime.

– Il banco di mezzo: è l’ideale per chi vuole stare attento, ma non troppo. Infatti, si può seguire tranquillamente la lezione perché si è vicini alla cattedra quel tanto che permette di non avere il professore con il fiato sul collo, ma ci si può anche distrarre, di tanto in tanto, e scambiare due chiacchiere con il proprio compagno.

– L’ultimo banco: è il posto più ambito dai ragazzi che non hanno molta voglia di seguire le lezioni. Essendo coperti dalle file davanti ci si può distrarre facilmente e fare con tranquillità i propri comodi. I professori, comunque, l’hanno capito e tendono ad avvicinarsi a questi durante i compiti in classe.