Fridays for Future, giovani di tutto il mondo in piazza per il clima

Gli studenti di ogni parte del mondo, ma non solo, scenderanno oggi in piazza in occasione dello “Sciopero Mondiale per il Futuro” a sostegno della battaglia ambientalista dell’attivista 16enne svedese Greta Thunberg. Per lei è stato anche proposto il Nobel per la pace.

La giovane è ormai il simbolo della lotta per il clima. L’obiettivo principale del suo movimento, Fridays for Future, è convincere i leader mondiali ad ascoltare l’allarme lanciato dagli scienziati. La richiesta principale è quella di agire subito per limitare drasticamente le emissioni a effetto serra perché “non c’è davvero più tempo da perdere”.

“Non vogliamo le vostre speranze, vogliamo che vi uniate a noi… Questo sciopero viene fatto oggi perché i politici ci hanno abbandonato… Abbiamo assistito a trattative lunghe anni per accordi sul clima miseri, abbiamo visto imprese a cui è stata dato il via libera per scavare la nostra terra, trivellare sotto il nostro suolo e per i loro profitti bruciare il nostro futuro. I politici conoscono la verità sul cambiamento climatico ma hanno comunque ceduto il nostro futuro agli approfittatori, il cui desiderio di denaro veloce minaccia la nostra esistenza”, ha scritto Greta ha scritto su uno dei principali quotidiani tedeschi.

In tutto il mondo oggi si cercherà di sensibilizzare governi e istituzioni sulle politiche ambientali. Saranno coinvolte circa 1700, in Italia sono previsti più di 180 cortei da nord a sud. Negli Usa la protesta è anche una sfida a Trump, dopo il suo strappo agli accordi di Parigi sul clima.