Istat: diminuisce la disoccupazione (anche quella giovanile)

Forte calo dei disoccupati e sostanziale stabilità degli inattivi nel mese di marzo. Il tasso di disoccupazione passa dal 10,5% al 10,2% con un calo di 0,4 punti percentuali. E’ la stima preliminare dell’Istat.

Le persone in cerca di occupazione calano del 3,5% (-96 mila). La diminuzione riguarda entrambi i generi e tutte le classi d’età. La stima complessiva degli inattivi tra i 15 e i 64 anni a marzo è sostanzialmente stabile come sintesi di una diminuzione tra i minori di 34 anni e un aumento tra gli over 35. Il tasso di inattività è invariato al 34,3% per il terzo mese consecutivo.

Nei dodici mesi, la crescita degli occupati si accompagna al calo dei disoccupati (-7,3%, pari a -208 mila unità) e degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-0,3%, -35 mila).

In calo a marzo anche la disoccupazione giovanile, scesa ai minimi dall’ottobre del 2011. Secondo le stime preliminari dell’Istat, il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni scende al 30,2%, in calo di 1,6 punti percentuali rispetto a febbraio e di 2,5 rispetto a marzo 2018.