L’iPhone è in declino ma Apple ha altre voci di crescita

“I risultati di questo trimestre mostrano che la nostra forza di base è profonda e ampia”. E’ quanto ha detto Tim Cook, amministratore delegato di Apple commentando i dati relativi al fatturato. Benché si evidente che l’iPhone è in declino, il gruppo sta dimostrando di avere fattori di crescita in altri dispositivi (iPad, Mac, orologi smart) e soprattutto nei servizi (streaming, cloud, sistemi di pagamento).

Il fatturato degli ultimi tre mesi del 2018, che corrispondono al primo trimestre dell’anno fiscale, è sceso del 5% a 84,3 miliardi di dollari, appesantito da un calo del 15% (a 52 miliardi di dollari di entrate) proprio da iPhone, imputabile in particolare al declino del mercato cinese, dove il gruppo ha visto il suo fatturato (per tutti i prodotti) in picchiata del 27% a 13,16 miliardi di dollari. In aumento, al contrario, le vendite di computer Mac, di tablet iPad e degli accessori (cuffie, orologi), così come i servizi che hanno visto il loro fatturato salire a 10,9 miliardi, con un balzo su base annuale del 29%.

La discesa dell’iPhone appare, ad alcuni esperti del mercato, come “il simbolo di una società che sta esaurendo il vapore”. E su quest’onda, la Apple ha dovuto convincere gli investitori che ha una strategia per uscire dall’iPhone, in un momento in cui il mercato degli smartphone appare piuttosto saturo, dove oltretutto è sempre più forte la concorrenza da parte dei produttori che offrono modelli con prestazioni simili a quelli della Mela, ma decisamente meno costosi. Oltre al leader mondiale, il sudcoreano Samsung, la Apple sta affrontando l’aggressione della cinese Huawei, mentre oltre 10 anni dopo l’iPhone nessun dispositivo rivoluzionario è all’orizzonte.

Nel futuro di Apple, che resta un gruppo ricchissimo, diversi analisti vedono la possibilità di puntare sul campo di Netflix e Amazon investendo massicciamente in contenuti originali. Il gruppo californiano per ora mantiene il riserbo, ma va ricordato che lo scorso anno aveva annunciato che la famosa presentatrice e imprenditrice Oprah Winfrey avrebbe prodotto programmi per la sua piattaforma. Inoltre, sarebbe allo studio la produzione di una serie animata con il cane Snoopy. Insomma, per un iPhone che (forse) tramonta, già si prepara una nuova alba a Cupertino.