Olimpiadi 2026: Milano-Cortina si presentano a Tokyo

Debutta a Tokyo, dove è in corso l’Assemblea Generale dell’Associazione dei Comitati Olimpici Mondiali (Anoc), la candidatura Milano-Cortina ai Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali 2026. Si tratta della prima occasione per misurare l’attrattività di questo progetto che vede coinvolte due città, Milano e Cortina, supportate dalle rispettive Regioni, Lombardia e Veneto.

Davanti agli oltre 1.000 delegati di tutto il mondo, è salita sul palco della delegazione italiana, formata dal Presidente del Coni, Giovanni Malagò, dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e dalla campionessa olimpica, plurimedagliata di Short Track, Arianna Fontana. Accanto ai relatori sul palco anche i membri italiani del Cio, Mario Pescante e Ivo Ferriani, il segretario generale del Coni, Carlo Mornati, e Diana Bianchedi, coodinatrice della candidatura.

Nel corso della presentazione è stato svelato per la prima volta al pubblico il logo di Milano-Cortina 2026.

A seguire, si legge in una nota del Coni, la delegazione di Stoccolma, l’altra città candidata. Non è stato ufficializzato il masterplan degli impianti perché ancora in attesa dell’approvazione da parte del Comitato Olimpico Internazionale. Il documento sarà reso noto soltanto dopo l’11 gennaio 2019, prossima data di scadenza per presentare il dossier.

Quella di Tokyo è una delle due opportunità che il Cio offre alle città candidate per presentarsi al mondo olimpico. La prossima sarà in Australia alla Gold Coast dal 5 al 10 maggio prossimi, ultimo passaggio prima della Sessione, in programma a Losanna nell’ultima settimana di giugno quando si assegneranno i Giochi 2026.