Svarione della moda italiana in Cina … è bufera su D&G

L’account Instagram ufficiale di D&G, al pari di quello dello stilista Stefano Gabbana, “sono stati hackerati. I nostri legali stanno indagando. Siamo molto dispiaciuti per qualsiasi sofferenza causata da questi post non autorizzati. Noi rispettiamo la Cina e i cinesi”.

E’ quanto si legge sul profilo della maison, a seguito dell’annullamento della sfilata-evento, che avrebbe dovuto tenersi a Shanghai, dopo le polemiche sulla campagna social, non apprezzata dagli utenti cinesi che hanno accusato la maison di razzismo e sessismo. Ad innescare la miccia, un presunto post comparso sul profilo Instagram di Stefano Gabbana con pesanti insulti contro i cinesi.

Accuse che addolorano i due stilisti, che nella nota rispondono “il nostro sogno era di portare a Shanghai un evento tributo dedicato alla Cina che potesse raccontare la nostra storia e visione. Non era una semplice sfilata ma qualcosa che avevamo creato con amore e passione per la Cina”.

Per parte sua, Stefano Gabbana scrive sul suo profilo personale “not me”. “Io – rimarca – amo la Cina e la cultura cinese. Mi dispiace per quanto successo”.
Certo è che l’azienda comunque si è vista costretta ad annullare TheGreatShow … ed è sicuramente un brutto colpo per il sistema della moda italiana. Intanto, nelle ultime ore, sono spariti i prodotti della griffe dalle principali piattaforme di e-commerce.

(Foto – Instagram)