Brad Pitt, che non vuole essere chiamato sex symbol

Al Lido continuano a sfilare le star hollywoodiane. Ieri, alla Mostra del Cinema di Venezia, è stata la giornata di Scarlett Johansson, protagonista del film “Marriage Story” diretto da Noah Baumbach, e di Brad Pitt, in concorso con “Ad Astra” di James Gray.

Nella pellicola Brad interpreta un astronauta in cerca del padre, un ruolo che lo ha impegnato molto: “Questo probabilmente è stato il lavoro piu’ difficile della mia vita, un film delicato, una vera e propria sfida. Raccontare una storia tra padre e figlio riuscendo a mantenere il giusto equilibrio in maniera sottile e delicata non e’ stato facile“, ha raccontato.

I fan sono letteralmente impazziti per lui, ma non chiamatelo sex symbol. Come dichiarato al Corriere della Sera, lui non ci si sente proprio: “Sono un miracolato di Hollywood… quando mi dicono che sono ancora un sex symbol, scuoto la testa e svicolo“.

Non è mancato un saluto al suo idolo Valentino Rossi. Spesso l’attore ha confessato di essere un grandissimo fan del nostro “46”. Addirittura qualche anno fa ha dichiarato che mentre in tanti vorrebbero essere attori famosi, lui avrebbe voluto essere proprio il nostro campione.

“Ad Astra” arriverà nelle sale italiane il prossimo 26 settembre, a pochi giorni di distanza da un altro film molto atteso in cui Pitt è protagonista insieme a Leonardo di Caprio: “C’era una volta a… Hollywood” di Quentin Tarantino, atteso per il prossimo 18 settembre.

(credits Instagram)