Halloween, ecco perché in casa serve una zucca…

In giro si vedono già da un pò addobbi e maschere per la festa di Halloween che da qualche anno è sempre più festeggiata anche da noi. C’è chi storce il naso perché dice che non fa parte della nostra cultura, però si deve accettare il fatto che piace, soprattutto ai più piccoli. Cerchiamo allora di scoprire qualcosa in più su questa festività.

Quella del 31 ottobre è una notte particolare, accadono cose strane e paurose, ci sono spiriti, streghe e mostri di ogni genere che terrorizzano gli umani, ad Halloween può succedere di tutto. Ma qual è la vera origine di questa festa anglosassone? Nell’Irlanda di tanti anni fa, un avido fabbro di nome Jack ingannò il diavolo, ma questo gli costò caro. Riuscì a risparmiarsi la dannazione eterna, ma commise così tanti peccati che, quando morì, fu rifiutato dal Paradiso e presentatosi all’Inferno, venne cacciato anche dal diavolo che gli ricordò il patto fatto quando era in vita. Costretto a vagare sulla terra come un’anima tormentata, decise di svuotare una zucca per farne una lanterna. La notte di Halloween, quest’anima senza pace, se ne va in giro in cerca di riparo e in ogni abitazione le persone appendono una zucca illuminata per dire a Jack: “Fuori da casa mia”!