Harry Duca di Sussex, decisione non presa alla leggera

La decisione di fare un passo indietro rispetto al suo ruolo nella monarchia britannica gli ha provocato “grande tristezza”, malgrado non avesse “altra scelta”. Lo ha confermato ieri sera, in un discorso dai toni molto intimistici, Harry, il Duca di Sussex, intervenuto a una cena di beneficenza a Londra.

La decisione che ho preso per mia moglie e me non è stata presa alla leggera” ma dopo “mesi di discussioni, seguiti ad anni di sfide”, si è giustificato ieri sera nella capitale britannica il secondogenito di Carlo e Lady Diana.

In questo primo discorso pubblico sull’argomento dopo l’annuncio del suo passo indietro, si è scusato per “non aver sempre fatto le cose nel modo giusto”, senza entrare però nei dettagli. “Speravamo di continuare a servire la Regina, il Commonwealth e le mie associazioni militari, ma senza finanziamenti pubblici. Sfortunatamente, questo non è stato possibile”, ha sottolineato.
La stampa britannica, che nelle edizioni odierne mette questo episodio in grandissimo risalto, ha sottolineato il dolore provato dal “rampollo” reale, “devastato” secondo il Daily Express. Alcuni tabloid si sbilanciano sulla nuova vita della coppia in Canada, che potrebbe lanciarsi nelle produzioni televisive. “Il duca e la duchessa di Netflix?”, si domanda ad esempio il Daily Mail.

View this post on Instagram

“After many months of reflection and internal discussions, we have chosen to make a transition this year in starting to carve out a progressive new role within this institution. We intend to step back as ‘senior’ members of the Royal Family and work to become financially independent, while continuing to fully support Her Majesty The Queen. It is with your encouragement, particularly over the last few years, that we feel prepared to make this adjustment. We now plan to balance our time between the United Kingdom and North America, continuing to honour our duty to The Queen, the Commonwealth, and our patronages. This geographic balance will enable us to raise our son with an appreciation for the royal tradition into which he was born, while also providing our family with the space to focus on the next chapter, including the launch of our new charitable entity. We look forward to sharing the full details of this exciting next step in due course, as we continue to collaborate with Her Majesty The Queen, The Prince of Wales, The Duke of Cambridge and all relevant parties. Until then, please accept our deepest thanks for your continued support.” – The Duke and Duchess of Sussex For more information, please visit sussexroyal.com (link in bio) Image © PA

A post shared by The Duke and Duchess of Sussex (@sussexroyal) on

Harry, 35 anni, e sua moglie Meghan, 38, hanno rivelato l’8 gennaio di voler ottenere l’indipendenza finanziaria e stabilirsi in Nord America con il figlio Archie.
Senza avvisare prima la nonna e il padre di Harry, la regina Elisabetta II e il principe Carlo. Se il duca e la duchessa del Sussex inizialmente desideravano mantenere un punto d’appoggio nella famiglia reale, la regina li ha rapidamente “gelati” annunciando sabato sera che avrebbero dovuto rinunciare a utilizzare “il loro titolo di altezza reale, in quanto non più membri attivi della famiglia reale”.

In base all’accordo raggiunto, quindi, Harry e Meghan non avranno più alcun obbligo a nome della casata, non potranno più usare il titolo di Sua Altezza reale ma lo manterranno, il che vuol dire che un giorno potrebbero in qualche modo riutilizzarlo (per ora infatti non lo hanno cancellato dall’account su Instagram). In futuro saranno semplicemente Harry e Meghan Markle, i duchi di Sussex. E non riceveranno neanche più soldi pubblici, anzi dovranno rimborsare i fondi dei contribuenti, oltre 2,5 milioni di sterline, con cui nei mesi scorsi hanno ristrutturato Frogmore House, il cottage nei terreni del castello di Windsor regalo di nozze della regina.

I tabloid, che sostanzialmente accusavano Harry e Meghan di volere “la botte piena e la moglie ubriaca”, si sono rallegrati del fatto che il duca e la duchessa, ormai liberi da “doveri reali”, non possano più “rappresentare formalmente la regina”. Il Sunday Mirror ha elogiato la regina per aver deciso una “hard Megxit”, alludendo al processo di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea (la Brexit, appunto) previsto il 31 gennaio.