Il nonno si perde? arrivano le scarpe con GPS

Non è frequente, purtroppo, che le persone anziane vengano colpite da Alzheimer e si trovino gradualmente nella condizione di perdere la capacità di orientarsi.

Fintanto che si rimane nella propria casa, magari, i pericoli si avvertono come limitati, ma ogni volta che i luoghi cambiano, entrano in uno stato di ansia continua ed arrivano ad allontanarsi senza accorgersene. Chi vive accanto ad un parente che soffre di Alzheimer, avrà provato più di una volta il senso di inadeguatezza e la paura di non riuscire a proteggere abbastanza chi si ama.

Nella ricerca non tanto di una soluzione del problema, quanto di un modo per conviverci, un’azienda giapponese ha ideato un GPS da inserire nella scarpa del nonno. Ogni volta che si allontanerà senza preavviso, il GPS lo localizzerà con precisione! L’obiettivo che ha mosso la Wish Hills, questo il nome della società, è aiutare chi soffre di demenza senile o Alzheimer a ritrovare la strada di casa o a farsi ritrovare da un parente.

Gli anziani affetti da questa crudele malattia, si legge in una nota, non usano cellulari o orologi, perdendo completamente la concezione del tempo e dello spazio, ma ciò di cui sicuramente non possono fare a meno, però, sono le scarpe. Il GPS inserito all’interno della calzatura invierà una notifica sul cellulare del parente che sarà in grado di localizzare l’anziano attraverso una mappa visualizzabile sul telefono o sul computer.

Ancora gli spostamenti registrabili sono quelli che avvengono a 50, 100 o 500 metri da casa, ma è un primo passo per cercare di diminuire i casi di “nonni perduti”.