“Meglio il carcere che a casa con mia moglie” e si fa arrestare

“Meglio il carcere che stare a casa … faccio tutto: lavo … stiro … non basta … e tutto quello che succede in casa è sempre colpa mia”.

A pronunciare queste parole non è stata una casalinga disperata ed esasperata dalla vita familiare, ma un uomo di 49 anni, evaso dagli arresti domiciliari e consegnatosi direttamente agli agenti.

E’ accaduto a Roma. L’uomo, pur di evitare i continui litigi con la moglie, ha preferito violare l’ordine disposto dall’autorità giudiziaria, presentarsi al commissariato Colombo e farsi arrestare.

Benché il reato contestato fosse quello di evasione, è stato giudicato non punibile per la “particolare tenuità del fatto”.

Impossibile, tuttavia, convincerlo a scontare gli arresti nella propria abitazione. Questo marito terrorizzato è stato trasferito nella struttura di una onlus … Al riparo dalla consorte.