Nel 2019 Luca Parmitano collaborerà in orbita con un’intelligenza robotica

Avete presente il protagonista del film Interstellar con il robot ‘Kipper’? Spesso il cinema precorre la realtà, ed ecco che a breve astronauti e robot saranno in orbita insieme, per collaborare alla stessa missione.

Dell’esperimento farà parte Luca Parmitano, astronauta catanese dell’Agenzia spaziale Europea (Esa), primo italiano a compiere una passeggiata spaziale, che nel suo secondo viaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss) del 2019, si confronterà insieme agli altri colleghi, con un’intelligenza artificiale robotica. Lo ha annunciato lui stesso a Roma, a margine della presentazione del suo libro ‘Volare. Lo spazio e altre sfide’, in cui racconta la prima missione nello spazio del 2013.

Parmitano, che si sta addestrando da mesi per il suo secondo volo spaziale ed a breve partirà per Mosca, per il centro russo di Città delle Stelle, ha anticipato l’Esa, che non ha ancora presentato ufficialmente i dettagli del prossimo esperimento sull’intelligenza artificiale.

“Sarà interessante capire come un’intelligenza robotica s’inserirà nelle dinamiche dell’equipaggio – ha spiegato l’ufficiale e pilota sperimentale dell’Aeronautica Militare – l’interfaccia robotica ci aiuterà in diverse fasi della missione”. L’aspetto più interessante, secondo l’astronauta dell’Esa, “sarà vedere come il robot imparerà ad apprendere le nostre emozioni, attraverso le espressioni dei nostri volti”.