Simona Ventura, nei piani il matrimonio con Giovanni Terzi. E’ la mia quercia

Il matrimonio con Giovanni Terzi è nei piani: lui è una persona straordinaria, quadrata, intelligente, protettiva. Siamo simili, abbiamo sofferto e ci siamo trovati. È una quercia alla quale finalmente mi posso appoggiare”. Così Simona Ventura, sul numero di Chi in edicola da mercoledì.

A proposito di Sanremo, sottolinea “Diletta Leotta? La difendo: lei fa il suo, è bellissima e ha avuto successo come molti giovani oggi, cioè velocemente, per questo si può sbagliare facilmente. Ma non ho niente contro di lei, è giusto sognare e fa bene a buttarsi: il suo nome a Sanremo ci sta come ce ne stanno tanti altri”. Ed ancora, a proposito di una ipotizzata partecipazione “non ci sarò – dice – era solo una voce uscita sui giornali, ma faccio il tifo per Amadeus perché lo merita”.

Commentando anche gli ospiti del Festival, Simona Ventura sottolinea “Rula Jebreal? Secondo me su quel palco ci sta bene. Ho letto che parlerà in favore delle donne e sarà molto interessante. La conosco e la stimo”. Domanda d’obbligo anche sui concorrenti “Morgan? Io gli vorrò sempre bene, ma sono anche vicina alle mamme dei suoi figli e dico loro di portare pazienza perché Marco è un uomo stupendo che è sempre in lotta con se stesso, ed è il suo peggior nemico”; “la Lamborghini? Potrebbe essere mia figlia ed è intelligente a fare Sanremo dopo The Voice perché salire su quel palco è come prendere una laurea nello spettacolo”.

La conduttrice parla anche del suo programma “Settimana Ventura” e replica alla collega Paola Ferrari che si era domandata come mai fosse tornata al calcio dopo “Temptation Island”. “Spero che abbia trovato una risposta, come diceva la pubblicità ‘two gust is megl che uan’, bisogna variare”. Di “X Factor” programma che ha lanciato e che ha subìto un calo, dice “penso che il programma abbia trascurato la missione di essere trasversale e la direzione artistica di Alessandro Cattelan non mi è sembrata riuscitissima. Manca la parte popolare e quella bisogna saperla fare, in questi anni si sono occupati di musica sconosciuta” e, in riferimento a Manuel Agnelli, giudice della penultima edizione che l’aveva definita “il peggior giudice di X Factor”, replica “non so chi sia, ma non sa quanti sconosciuti sono poco carini con me”.