Storie di animali … Il cane di Bush padre veglia ancora il presidente

Il suo nome è Sully ed è ormai un personaggio famoso … meglio, un cane famoso. Si tratta infatti del labrador retriever che ha accompagnato l’ex presidente americano George H.W. Bush, morto venerdì scorso. Era stato lo stesso Bush a volere per lui un profilo Instagram e le sue immagini, stanno davvero facendo il giro del mondo.

La più commovente, quella che lo immortala accanto alla bara dell’ex presidente, accanto al post che recita #Missione compiuta”.
Sully è stato addestrato per aiutare le persone non autosufficienti e, dallo scorso giugno, era diventato il maggiordomo di Bush, affetto dal morbo di Parkinson. Il cane riusciva ad aprire porte, raccogliere oggetti, chiedere aiuto in caso di necessità. Il tutto con grande allegria, tant’è che via social era da subito apparsa l’empatia creatasi con l’anziano presidente.

Tra le curiosità, la più simpatica è legata al nome dato all’animale. Un omaggio al pilota eroe che ha fatto l’ammaraggio del volo 1549 nel fiume Hudson a New York nel 2009 (L’aereo di Chesley Burnett Sullenberger, meglio noto come Sully Sullenberger, venne danneggiato da uno stormo di uccelli subito dopo il decollo).

Il futuro di Sully sarà al Walter Reed National Military Medical Centerora, per conto dell’Associazione America’s VetDogs. Intanto, però, fino al 5 dicembre, giorno dei funerali, il suo posto è accanto al suo padrone.