Un’App per smascherare il falso made in Italy

Il fenomeno dell’Italian sounding – prodotti che vengono spacciati per italiani ma che non lo sono affatto – nel mondo vale oltre 54 miliardi di euro, il doppio delle esportazioni dei prodotti originali, secondo i dati Assocamerestero aggiornati a dicembre 2016.

Ora è possibile smascherare le false eccellenze, grazie a Reliabitaly, associazione no profit che ha messo a punto un sistema di tutela e promozione di beni e servizi italiani, di molteplici settori – dall’alimentare al vinicolo, dalla moda al design.

L’App Reliabitaly, disponibile gratuitamente sia per IOs sia per Android, consente ai consumatori di scoprire immediatamente se un prodotto associato a Reliabitaly e dichiarato Made in Italy lo sia realmente. L’applicazione, infatti, riconosce il prodotto e reindirizza l’utente sulla pagina web dell’articolo d’interesse. Si tratta di un metodo di controllo attivo che assicura l’unicità del riscontro e non è falsificabile.

Nella scheda chi vuole può acquisire anche informazioni più approfondite: visualizzare immagini, vedere video collegati ai metodi produttivi, conoscere le caratteristiche tecniche e scoprire le peculiarità di quell’articolo.

Anche i marchi di qualità “Dop” e “Igp” vengono in soccorso come mezzo di contrasto contro il fenomeno della contraffazione fuori dai nostri confini. La nuova frontiera dell’agroprateria è il web e il Mipaaf nei mesi scorsi attraverso l’Ispettorato repressione frodi (Icqrf) ha chiuso due accordi con i più grandi player dell’ecommerce mondiali come eBay e Alibaba. L’obiettivo è garantire ai prodotti Dop e Igp italiani una protezione pari a quella che ricevono i grandi marchi sulla rete.