Valentino Rossi ha 40 anni, se continuo a divertirmi non smetto

“Se continuo ad essere competitivo, a divertirmi, non smetto. Mi piacerebbe chiudere correndo con mio fratello Luca, che quest’anno punta al mondiale di Moto2”. Alla vigilia dei suoi primi 40 anni, Valentino Rossi si conferma anche quel campione di allegria e leggerezza che abbiamo imparato a conoscere.

Nel ritratto diffuso dai media, a celebrare il pilota di Tavullia, si parla di un regalo fatto a se stesso … una pista da speedway posta nel suo Ranch, sulla quale correre in libertà e continuare a migliorarsi, all’insegna del suo motto “lavorare, divertendosi”. Magari come nell’ultima avventura che lo vede protagonista, la Vr46 Riders Academy, la sua scuola, dove studiano alcuni tra i migliori giovani piloti italiani.
Di lavoro, Vale, ne ha messo e ne sta mettendo in campo tantissimo, con i suoi 9 titoli mondiali e 115 successi, 232 podi, 332 gp inanellati in 23 stagioni.

E’ stato stimato che Vale abbia percorso un milione di chilometri, corrispondenti ad oltre 20 volte il giro del mondo. “Devo alzare l’asticella, perché il livello dei miei avversari continua a salire” ammette ed infatti lavora costantemente e intensamente in palestra con il suo preparatore, perché per vedere e mantenere risultati occorre fare dei sacrifici. “All’inizio non è stato facile – dice Vale – ma quando vedi i risultati ti abitui all’idea. E non è più così complicato. Fisicamente non sono mai stati tanto in forma”.

Attaccato il casco al chiodo …. non si sa ancora quando e, ovviamente, speriamo il più tardi possibile, potrebbe aprirsi per lui un futuro da manager di una squadra in MotoGP, oppure … la paternità, visto che con l’ultima fidanzata, Francesca, sembra sia amore vero. Secondo l’amico del cuore, ‘Uccio’ Salucci, intanto “domani sera festeggeranno tutti a cena in un locale non lontano da Tavullia: Valentino, gli amici più stretti. A letto presto, perché sabato è prevista una gara al Ranch coi ragazzi dell’Academy”. … Mitico !!!!