Bebe Vio diventa Barbie

Bebe Vio diventa Barbie. In occasione dei 60 anni della bambola più famosa del mondo, è arrivato l’omaggio alla nostra “ragazza magica”. “Guarda mamma, I’m a Barbie Girl… Non posso ancora crederci! Da piccola mi divertivo ad “infilzare” Ken facendo tirare di scherma la mia @barbie. Era il mio modo per convincermi che l’astuzia e la tecnica potessero annullare le differenze fisiche con il bambolotto maschio. Oggi, il solo pensiero che qualcun altro potrà farlo con il mio personaggio mi riempie il cuore e mi ricorda la responsabilità che ho nei confronti di molti bambini. Spero di non tradirvi mai e di poter essere sempre più una fonte d’ispirazione.“, ha scritto su Instagram.

https://www.instagram.com/p/B5auQ0OFidi/

Bebe, infatti, non è solo un’atleta fortissima, ma un esempio da cui imparare e a cui ispirarsi. La Mattel ha deciso di puntare i riflettori sul “Dream Gap”, quel fenomeno che si verifica nelle bambine intorno ai 5 anni che le porta ad avere fiducia nelle proprie capacità. Lo fa attraverso la Vio con lo scopo di combattere l’insicurezza, le difficoltà, la pura, le differenze, perché come dice sempre lei “se qualcosa sembra impossibile allora si può fare… la vita è una figata“.

Ad ispirarmi – spiega invece Ruth Handler, creatrice di Barbie – è stata la volontà che attraverso la bambola le bambine potessero immaginare di essere tutto cio’ che desiderano“.