Cinema: apprensione per Tinto Brass. Ricoverato in terapia intensiva

Il regista Tinto Brass, maestro indiscusso del cinema erotico italiano, è ricoverato a Roma in terapia intensiva all’ospedale Sant’Andrea.

Brass, 86 anni, ha avuto un malore che ha richiesto un ricovero urgente. La situazione, scrive il Corriere della Sera, è precipitata lunedì sera nella villa di Isola Farnese dove il regista vive da molti anni. A chiamare i soccorsi è stata la moglie, Caterina Varzi, che era con lui quando ha avuto il malore. “Fino all’ora di cena tutto bene – ha detto – poi gli è salita la febbre e alla fine ho dovuto chiamare un’ambulanza perché stava male. Ora i medici stanno facendo alcuni accertamenti, si tratta di un momento delicato e deve stare sotto osservazione”.

Già nel 2010 Brass era stato colpito da ictus. “Nel caso io non sia più in grado di badare a me stesso – aveva dichiarato il regista dopo il discusso matrimonio di due anni fa – Caterina sceglierà per me la cosa giusta. Le consegno la chiave della mia vita, sicuro che la girerà al momento giusto”.

Nato a Milano il 26 marzo 1933 ha iniziato la sua lunghissima e densa carriera negli anni Sessanta con film storici come La chiave con Stefania Sandrelli, Miranda con Serena Grandi, Capriccio con Francesca Dellera, Senso ’45 con Anna Galiena.

(Foto – Tgcom24)