Cinema: nel 2018 diminuiscono incassi e spettatori

Gli italiani che vanno al cinema nel 2018 sono diminuiti del 7%. Anche gli incassi hanno subito una riduzione del 5%, ma allo stesso tempo i film prodotti in Italia hanno attratto un pubblico maggiore, ed inoltre la quota di mercato delle pellicole nazionali è passata dal 17,6% del 2017 al 23,2% dell’anno scorso.

E’ quanto si rileva dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio europeo dell’audiovisivo, organo del Consiglio d’Europa, sul settore cinematografico nei 47 Paesi membri.

Se in Italia il 2018 è stato un anno magro, è la Germania il Paese ad aver subito il declino maggiore — in un anno ha perso il 13,8% di spettatori e il 14,8% di incassi — un risultato, evidenzia l’Osservatorio, che ha inciso “in modo sostanziale” sui risultati dell’intero continente, che nel 2018 per la prima volta in 4 anni non ha superato i 7 miliardi d’incassi.

Tra i grandi mercati cinematografici, di cui fanno parte Italia e Germania, anche la Francia ha visto calare gli spettatori (meno 4%), mentre il Regno Unito è andato in controtendenza: 3,7% in più, anche se questo si è tradotto solo in un aumento degli incassi dello 0,3%.