Festival di Cannes: Palma d’Oro a Shoplifters ma gioisce anche l’Italia

La Palma d’Oro della 71esima edizione del Festival di Cannes – da ricordare anche per la presidenza della splendida Cate Blanchett e l”alto tasso di femminilità’ profusa – è andata a Shoplifters (Manbiki Kazoku), il film del regista giapponese Kore-Eda Hirokazu.
BlacKkKlansman, del regista americano Spike Lee, ha vinto il Grand Prix, considerato una specie di secondo posto. Capernaum, della regista libanese Nadine Labaki, ha vinto il Premio della Giuria, che invece è come il terzo posto.

Gioisce, comunque anche l’Itala del cinema. L’attore Marcello Fonte ha vinto il premio per il migliore attore, per la sua interpretazione nel film Dogman di Matteo Garrone, mentre l’attrice kazaka Samal Yeslyamova ha vinto quello per la migliore attrice per Ayka. Il premio per la regia è andato al polacco Pawel Pawlikowski, per Zimna Wojna, e l’italiana Alice Rohrwacher ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura per Lazzaro felice, a pari merito con l’iraniano Jafar Panahi per 3 Faces.

La giuria del festival ha deciso di assegnare una “Palma d’Oro” speciale al regista francese Jean-Luc Godard per il film Le Livre d’image, per “sforzarsi continuamente di definire e ridefinire quello che può essere il cinema”. Girl, del fiammingo Lukas Dhont, ha vinto la Camera d’Or, il premio per il miglior film di un regista esordiente.

Sabato sono stati proiettati nuovamente i film in concorso, insieme a The man who killed Don Quixote di Terry Gilliam, presentato fuori concorso. Gilliam era presente, nonostante abbia avuto dei problemi di salute la scorsa settimana che avevano portato in molti a escludere la sua partecipazione.