Finlandia: avviato nel 2013 è quasi a regime l’addio alle materie scolastiche

Un percorso avviato nel 2013 che sarà a regime entro sette anni. Si tratta della rivoluzione scolastica della Finlandia, dove sono state abolite … le materie scolastiche.

La nazione con il miglior sistema educativo del pianeta stupisce ancora con un’idea innovativa. Non ci sarà più la matematica, la scienza o la letteratura perché il paese scandinavo ha deciso di lanciarsi in un’educazione a 360°, multitasking e multi tematica: nozioni da apprendere per “grandi temi”, per argomenti e non più per materie.

Un metodo che si prefigge lo scopo di “aumentare” le potenzialità dei ragazzi, rendendo il loro apprendimento meno a compartimenti stagni e più trasversale possibile. Addio quindi al calendario delle materie, agli orari predefiniti, ai compiti a casa e sì all’interdisciplinarietà, alle materie collegate e all’utilizzo delle tecnologie, compresi il telefono cellulare e il tablet per le ricerche in classe.

Praticamente, come si insegna in maniera multiforme? Si parte da un tema e a questo ci si collegano tutti gli studi e approcci, trasformando la lezione in una mappa concettuale, in un incontro ipertestuale tra studenti e insegnanti.