Giornata europea delle lingue, l’italiano è poco studiato

Italiano, questo sconosciuto. La lingua di Dante e Manzoni nelle scuole secondarie europee è studiata da un solo giovane su 100. Il dato è stato diffuso da Eurostat, ufficio statistico dell’Unione, in occasione della Giornata europea delle lingue.

La nostra lingua è solo al sesto posto. Davanti a noi l’inglese, scelto dalla maggioranza dei ragazzi (97,9%), seguito dal francese (33,4%) e dal tedesco (23,3%). Quarto posto per lo spagnolo (16,9%) e quinto per il russo (2,5%). Solo l’1,3% degli studenti Ue sceglie l’italiano.

E pensare che la lingua del “Sommo Poeta” è considerata la più sexy del mondo e che in una classifica di qualche tempo fa era risultata la quarta più studiata al mondo dietro all’inglese, lo spagnolo e il cinese, ma davanti al tedesco, il francese e il giapponese.

La Giornata europea delle lingue, istituita nel 2001 dal Consiglio di Strasburgo, si celebra il 26 settembre per promuovere il multilinguismo nell’Ue. Tanti gli eventi culturali organizzati per l’occasione.