Gli italiani in vacanza…

Spesso ci lamentiamo degli stranieri, ma come siamo noi in vacanza? L’Italia sarà anche la culla della cultura e dell’arte, ma non dell’educazione, purtroppo. In tanti, pur riconoscendoci una personalità calda, allegra e brillante, non ci amano molto.

E non hanno tutti i torti se i nostri connazionali danno il peggio di loro. Ecco allora le tipologie peggiori degli italiani in vacanza: c’è il festaiolo senza limiti e freni, il reclamatore opportunista, che cerca sempre di avere agevolazioni e scroccare qualcosa, lo sbruffone, che si atteggia come se fosse un vip a cui tutto è dovuto, il mercante che cerca sconti ovunque e il furbo che vuole sempre saltare le file o entrare dove è vietato.

Poi c’è lui, forse il peggiore: il campanilista insofferente. Chi viaggia generalmente torna a casa con “occhi diversi”, perché ha vissuto esperienze nuove, conosciuto diverse culture e sperimentato differenti stili di vita, cibi compresi. Tutto questo può affascinare e far venire voglia di scoprire sempre posti nuovi, oppure aumentare notevolmente la nostalgia di casa, e non stiamo parlando solo di un piatto di pasta.

Ci sono persone che viaggiano verso terre sconosciute e si aspettano di trovare la tutto quello che hanno a casa e si lamentano in continuazione.

Detto questo, non è che tutti gli stranieri facciano tutti una gran bella figura quando vengono in Italia!