I Primi d’Italia chiude la XXI edizione. Bilancio positivo

La XXI edizione dei Primi d’Italia, il Festival Nazionale dei Primi Piatti, è terminata nella splendida cornice del centro storico di Foligno. Tanti visitatori, tanti appuntamenti e tanti primi piatti che hanno saputo conquistare, confermando l’importanza del grande evento di Epta Confcommercio Umbria del quale Radio Subasio è stato la voce ufficiale.

A riprova, qualche numero: 16 Villaggi pienissimi, circa 16000 kg di pasta, 4000 kg di riso e tantissime degustazioni gratuite per un totale di circa 150.000 presenze solo nel weekend. E’ aumentata anche la risposta del pubblico dei social, con la pagina Instagram che nei quattro giorni del Festival ha contabilizzato 32.000 visualizzazioni.

Abbiamo puntato tanto su questa edizione – il commento di Aldo Amoni, Presidente di Epta – con Villaggi dei Primi eccezionali, spettacoli, special events, food experience, incredibili cene stelle, convegni e tanti appuntamenti per grandi e piccoli. Ci siamo impegnati tutti, senza risparmiarci né prima né durante l’evento. Ringrazio tutti gli espositori, gli sponsor, il pubblico, la Camera di Commercio e Confcommercio Umbria, che con il loro appoggio continuano a darci lo stimolo per crescere. Ringrazio, in particolare, la nuova Amministrazione Comunale che, oltre a dare un contributo all’evento, ci ha messo a disposizione la città, comprese le taverne della Quintana”.

“Siamo esausti – ha concluso Amoni – ma felici. E a Foligno non finisce qui. Fino al 27 ottobre tutti potranno continuare a visitare la mostra Leonardo tra I Primi d’Italia portata direttamente da Milano e che si svolge nell’eccezionale cornice di Palazzo Gentili-Spinola, messo gentilmente a disposizione dalla famiglia Balducci”.

E’ comunque tempo di pensare al futuro. I Primi d’Italia torneranno, sempre a Foligno, dal 24 al 27 settembre 2020!