La 27esima edizione delle Giornate Fai di Primavera ha fatto boom!!!

Un successo così non si era mai visto: oltre 770.000 persone hanno partecipato alla 27esima edizione delle giornate FAI di Primavera e hanno scelto di visitare gli oltre 1.100 beni aperti in 430 località in tutta Italia.

Le Giornate FAI di Primavera sono state una grande festa italiana, un evento eccezionale dedicato ai beni culturali. Centinaia di migliaia di persone si sono messe in coda per scoprire la straordinaria bellezza delle aperture: un’Italia che si riconosce sempre di più nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia anche e grazie al fondamentale supporto di oltre 7.500 volontari e 40.000 Apprendisti Ciceroni.

Le Giornate FAI di Primavera hanno ricevuto la Targa del Presidente della Repubblica quale premio di rappresentanza e si è svolta in collaborazione con la Commissione Europea e con la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

“Il FAI – si legge in una nota – ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 125 Delegazioni,agli 89 Gruppi FAI e ai 91 Gruppi FAI Giovani, ai 7.500 volontari FAI, dei quali un centinaio sono i mediatori artistico culturali di FAI ponte tra culture, e ai circa 2.000 volontari della Protezione Civile che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione hanno reso possibile l’evento. Ad affiancarli, nell’accogliere e guidare i visitatori, ci sono stati 40.000 Apprendisti Ciceroni, studenti della scuola di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio”.