L’evoluzione rende più inclini all’ansia

I cambiamenti evolutivi del cervello rendono le persone più inclini all’ansia.

E’ il risultato di uno studio condotto dalla giapponese Tohoku University. Responsabili di queste conclusioni, le proteine ancestrali Vmat1, che nel corso dell’evoluzione hanno modificato l’assorbimento dei neurotrasmettitori esponendosi al rischio di una maggiore depressione o di una più elevata ansia.

Dai risultati si evince che i nostri antenati potrebbero essere stati in grado di resistere a livelli più elevati di stress e, quindi, li avrebbero governato molto meglio di quanto siamo in grado di fare noi.