Oggi è il “Blue Monday”… abbracciatevi!

Se oggi vi sentite particolarmente giù, tristi, irrequieti, un pò arrabbiati e non riuscite proprio a vedere il bicchiere mezzo pieno potrebbe essere colpa del “Blue Monday”, il giorno più triste dell’anno, che per il 2020 è proprio oggi, lunedì 20 gennaio.

Nel 2005 un matematico dell’Università di Cardiff, dopo essersi chiesto quale fosse il giorno più deprimente su 365, decise di calcolarlo è arrivò ad individuarlo con certezza: il terzo lunedì di gennaio.

Il calcolo deriva da molteplici fattori: le condizioni del tempo (solitamente pessimo in questi giorni), il livello del conto in banca (che risente ancora delle spese natalizie), il senso di colpa per i buoni propositi già non rispettati e le vacanze troppo lontane.

Come reagire? Gli esperti consigliano di vestirsi con colori brillanti, fare un po’ di esercizio fisico, ascoltare musica, mangiare bene e stare in buona compagnia. Se si trova il tempo, un bagno caldo o un bel massaggio sarebbero la ciliegina sulla torta. Ma potrebbe bastare anche un semplice abbraccio.

Quest’anno infatti il “Blue Monday” coincide proprio con la Giornata mondiale dell’abbraccio e sarebbe davvero il caso di cogliere l’occasione per stringersi a qualcuno e di riscoprire la dolcezza.

Essere circondati da persone che amiamo, e che ci amano, è decisamente salutare. Sempre più ricerche sostengono come l’affetto non solo migliora l’umore e le giornate, ma influenza positivamente anche il fisico. Carezze, sorrisi e abbracci possono addirittura aiutarci a vivere meglio, più di quanto possiamo immaginare, e soprattutto se siamo in coppia. Secondo un nuovo studio il tocco delicato e amorevole del partner è in grado di ridurre lo stress accumulato, diminuire il dolore fisico e rafforzare il legame familiare.
Sono sufficienti quattro abbracci distribuiti nell’arco della giornata per garantirsi un matrimonio duraturo e una vita più sana.
Non ci credete? Provate, è gratis e male non fa sicuro!