Pino Caruso è morto. Il lutto della Sicilia

“Palermo perde un concittadino straordinario, che ha contribuito alla rinascita della città”.
Così il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, alla notizia della morte di Pino Caruso. L’attore, da tempo malato, si è spento giovedì sera a Roma, all’età di 84 anni. Era nato a Palermo il 12 ottobre 1934 e nella sua città natale, tra il ’95 e il ’97 aveva rilanciato le attività culturali guidando i cartelloni estivi di “Palermo di scena”.

Nella sua lunga carriera è stato protagonista di tanti varietà televisivi sulla Rai come “Gli amici della domenica”, “Dove sta Zazà”, “Che si beve stasera?” e “Fantastico”. Sia in tv che al cinema ha recitato in numerose occasioni insieme a Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. E’ stato anche tra i protagonisti della fiction “Carabinieri” su Canale 5, nei panni del maresciallo Giuseppe Capello.

“Proprio negli anni della rinascita – ha ribadito il Sindaco Orlando – dopo le terribili stragi del ’92, contribuì con la sua forza e le sue idee a dare speranza ai palermitani e alla città: sue furono grandi intuizioni che sono rimaste nella tradizione culturale della città, come quella di un Festino che divenisse anche momento di spettacolo e gioia, oltre che di riflessione e fede. Lascia in tutti noi un grande dolore, ma certamente anche l’orgoglio di averlo conosciuto e di aver condiviso un pezzo importante della nostra strada”.

Tra i primi messaggi di cordoglio, quello di Rosario Fiorello, che su twitter ha scritto “Mi hai fatto tanto ridere. Orgoglio della Sicilia. Ciao maestro Pino!”.