Pino Daniele se ne andava quattro anni fa. La rete e Napoli lo ricordano

“La tua musica resta, i sentimenti restano, le tue note viaggiano oltre il tempo, attraverseranno generazioni ispirando menti e suscitando nuove emozioni; ma manchi tu, Papà, in questo Mondo”.

E’ il commosso post pubblicato dal figlio di Pino Daniele nel profilo Instagram della Fondazione dedicata all’artista, nel quarto anniversario della morte. Pino Daniele, infatti, fu dichiarato morto alle 22.45 del 4 gennaio di quattro anni all’ospedale Sant’Eugenio di Roma.

Tra i tributi a lui dedicati, in occasione dell’anniversario, Napoli, per il secondo anno consecutivo, ha organizzato una serata al Borgo Marinari. Dal titolo “Pino Daniele – I still love you” propone una formula un po’ più di un flash mob, un po’ meno di un concerto.

Sarà infatti possibile omaggiare Pino cantando tutti insieme per strada le sue canzoni, in uno dei luoghi simbolo della città, con un pianoforte in riva al mare, sotto le stelle, accompagnati dal pianista Danise. Un concerto improvvisato, in cui ogni passante è invitato ad aggiungere la propria voce, il proprio blues, il proprio canto di assenza/assedio.

A due passi dalla casa di via Santa Maria La Nova dove il cantautore è cresciuto, si ritroveranno anche gli autoconvocati della pagina Facebook “Cresciuti a pane e Pino Daniele”.

https://www.facebook.com/events/502330280257185/

Nei club, nei pub, nelle ultime feste di piazza natalizie, per tutto il fine settimana, cover band e artisti vari aggiungeranno il loro ricordo, il loro omaggio, la loro rilettura. Ma i ricordi più significativi, inevitabilmente arriveranno da chi fu più vicino a Pino.