Storie di cuore … ed il capriolo fu salvato dallo spazzaneve

E’ notte, è freddo, c’è tanta neve … ma dal buio ecco spuntare due occhioni impauriti … ed il cuore si scioglie.

Ci troviamo in Carnia lungo la via che porta in Val Pesarina, a Prato Carnico e l’autista dello spazzaneve, Stefano De Conti, di Cercivento, si ferma. Sta pulendo le strade dalla neve ma quel fagottino a bordo carreggiata lo incuriosisce.

Il capriolo non riesce a muoversi: è accoccolato vicino al guardrail, ferito. Si lascia avvicinare e accarezzare. Così Stefano lo carica sul mezzo da lavoro, davanti a posto del passeggero; lui sta buono buono, non scappa. Si sente al sicuro: sa che è in salvo.

Stefano lo porterà poi agli uomini della forestale di Villa Santina, dopo un viaggio con lo spazzaneve, sulle strade innevate della Carnia, nel cuore della notte di martedì 6 marzo.

Il capriolo, salvato dall’autista dello spazzaneve sarà curato per poi essere rimesso in libertà … ma nel cuore di ciascuno resterà un po’ dell’altro.

Foto: Il Messaggero.it