Vuoi vivere a lungo? Bevi birra … una nonna di 97 anni lo fa

Sono molte le storie dei benefici della birra: da Carlo Magno che prima di dormire era solito trangugiare un energizzante a base di latte e birra, a Pina Fantozzi che la consiglia al suo Ugo, al giardiniere che ne vanta gli effetti prodigiosi sui gerani. Tutto vero.

Ma la birra sembra sia davvero un elisir di lunga vita. Lo sa bene Fanny Waegemans, una nonna di 97 anni che, per mantenersi in forma, beve 22 birre al giorno. Ogni giorno va nel suo bar preferito, si siede e beve la sua birra. “Fanny, fammi fare un altro giro!” Dice alla cameriera.

La nonna, dicono nel locale, regge in modo perfetto l’alcool. A volte, arriva a bere ben 15 pinte al giorno. Quando, invece, l’atmosfera è molto divertente e si lascia andare ai vecchi ricordi, può sfiorare tranquillamente le 22 pinte.

“Si mantiene in forma così. Nessuna dieta, nessuno sport. Dal pomeriggio fino alla sera, per otto ore, si siede, partecipa alla vita sociale e beve” sottolinea la figlia della signora, aggiungendo che la madre è in perfetta salute. L’unico giorno della settimana in cui non va al bar è il mercoledì, perché è chiuso.

D’altra parte la birra è ricca di composti antiossidanti, vitamine, minerali ed altri nutrienti essenziali che aiutano a migliorare il funzionamento di molti sistemi del nostro corpo. Inoltre contiene meno calorie rispetto ad altre bevande, come i succhi di frutta e i superalcolici, e i suoi effetti diuretici aiutano a favorire l’eliminazione dei liquidi trattenuti nei tessuti.