Fabrizio Frizzi e la lotta alla malattia, è Stella una missione per cui vivere

“Stella è una gioia immensa e una responsabilità, una missione per cui vivere… Oggi Stella, assieme a mia moglie, mi dà la motivazione per combattere la mia battaglia, per non scoraggiarmi. Io prego di essere anche un po’ fortunato, perché le terapie sono fondamentali, ma bisogna avere anche una mano sulla testa che ci guidi verso un esito finale buono. Stella è una fonte di energia incredibile, a volte fatico a starle dietro”.

Così Fabrizio Frizzi, in un passaggio dell’intervista resa ad un noto settimanale nazionale nell’imminenza del suo sessantesimo compleanno, che ricadrà il prossimo 5 febbraio. Il popolare conduttore, che sta affrontando coraggiosamente un momento delicato della sua vita, è nel pieno della riabilitazione dopo l’ischemia di cui è stato vittima lo scorso ottobre ed ammette di trovare negli affetti più cari la forza e la grinta fondamentali per quanti affrontano un percorso analogo al suo.

Commentando le foto più importanti e più amate dal punto di vista professionale e privato, Frizzi ha indugiato su quelle della prima moglie Rita Dalla Chiesa, definita “una persona cui devo molto. Essendo più grande di me di dieci anni, mi ha costretto a non bighellonare troppo, a crescere e a prendermi le mie responsabilità… Anche noi abbiamo avuto i nostri momenti difficili, ma siamo stati bravi a lasciarceli alle spalle”, dei colleghi-amici Milly Carlucci, Antonella Clerici, Carlo Conti.

Non poteva mancare il primo incontro a Miss Italia 2001 con Carlotta Mantovan, oggi sua moglie. “Fui colpito dal primo piano di Carlotta che arrivò seconda: ‘ma guarda che bel viso ha questa ragazza, farà televisione’, fu il mio primo pensiero su di lei. Ci rincontrammo l’anno dopo e da lì cominciò la nostra storia”.