Raf e Umberto Tozzi, firmacopie con Radio Subasio . . . domenica 2 dicembre a Milano

Raf e Umberto Tozzi hanno fatto la storia della musica italiana con due repertori immensi e straordinari che per la prima volta saranno racchiusi, in versione rimasterizzata, nello speciale cofanetto “Raf Tozzi”.

Domenica 2 dicembre, in collaborazione con Radio Subasio, lo presenteranno al Mondadori Megastore in piazza Duomo a Milano, a partire dalle 15.
I due artisti incontreranno il pubblico e firmeranno le copie del nuovo album, atteso per il prossimo venerdì 30 novembre.

Il doppio disco raccoglie 34 tracce diventate intramontabili, come “Gloria”, che con i suoi 32 milioni di copie vendute, ha raggiunto i primi posti delle classifiche americane. Il brano è stato anche inserito in numerose colonne sonore tra cui “Flashdance”, “The Wolf of Wall Street”, “South Park”, “Glee”, “Tonya”.
Poi “Self Control”, uno dei pezzi italiani più famosi di sempre, pubblicato in oltre 21 paesi nel mondo. E ancora “Si può dare di più” – scritto da Giancarlo Bigazzi, Umberto Tozzi e Raf vincitore del Festival di Sanremo 1987 interpretato dello stesso Tozzi con Enrico Ruggeri e Gianni Morandi – “Io camminerò”, “Ti Pretendo”, “Ti Amo”, “Cosa resterà degli anni 80”, “Sei la più bella del mondo”, “Immensamente”, “Io muoio di te”, “Infinito”, tanto per fare qualche titolo.

Si aggiungono anche due bonus track del brano “Gente di Mare”, l’originale in versione rimasterizzata e una seconda in veste speciale “Gente di Mare – New Version 2018”. Il brano è stato cantato da Raf e Umberto Tozzi nel 1987 all’Eurofestival, classificandosi al terzo posto ed è rimasto per 27 settimane nelle classifiche italiane.

È attualmente in radio “Come Una Danza”. Il singolo inedito, scritto e prodotto da Raf, ha anticipato il progetto. Quando un anno fa i due, amici da una vita, si sono ritrovati sul palco dell’Arena di Verona in occasione del concerto-evento di Tozzi “40 Anni Che Ti Amo”, in entrambi si è acceso l’entusiasmo di tornare a collaborare, di cantare insieme, di condividere lo stesso palco.

Il brano è accompagnato da un video diretto da Gaetano Morbioli, dove i due artisti camminano contro corrente, attorniati da una folla di persone che, in un primo momento, si dirige nella direzione opposta alla loro. È un contrastare le avversità del quotidiano, cercando e trovando una direzione e una positività anche quando non sembra essere presente.