Sanremo 2019, è iniziato il toto co-conduttori!

Il Festival di Sanremo sarà condotto anche nel 2019 da Claudio Baglioni, ma a quanto pare non si ricomporrà il magico trio del 2018. Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, contrariamente a quanto si diceva, quest’anno non ci saranno.
Chi affiancherà allora il capitano coraggioso all’Ariston? I nomi che girano in rete sono quelli di Paola Cortellesi, Miriam Leone e Beppe Fiorello. Staremo a vedere.

Intanto di certo c’è che il regolamento è cambiato parecchio. La competizione dei Giovani sarà staccata dalla kermesse principale e andrà in scena a dicembre, i due vincitori poi gareggeranno con e come Big a febbraio.
Così le nuove proposte avranno tutti i riflettori puntati su di loro e la possibilità di farsi conoscere meglio, senza cantare all’ombra, come spesso accade, di cantanti più noti.

“Confesso che l’idea di un Sanremo doppio mi girava in testa già da prima dell’edizione 2018. In più di un’occasione, infatti, avevo dichiarato che mi sarebbe piaciuto un Festival che fosse durato due settimane. L’idea delle due settimane, nasceva dal bisogno di ripensare, arricchendola, una formula che, almeno nei suoi elementi essenziali, mi sembrava meritasse di essere rivitalizzata . . . Le novità del Sanremo numero 69 (per ora) sono, sostanzialmente, due: il “Festival Sanremo Giovani” – la seconda settimana di Festival – e il fatto che, come rivela il nome stesso della manifestazione, questa seconda settimana sarà interamente dedicata ai giovani. Due innovazioni per realizzare le quali, è stato necessario introdurre nei regolamenti ben più di due novità. La cosa curiosa è che quella che chiamiamo la seconda settimana del Festival è seconda di nome, ma non di fatto, dal momento che si svolgerà a dicembre, anticipando il Festival di febbraio e diventandone, così, la prima settimana.”, ha spiegato Baglioni qualche settimana fa.

(foto sorrisi.com)