Sanremo 2019, terza puntata… tra emozioni e ironia!

La 69esima edizione del Festival di Sanremo comincia a fare sul serio. La terza serata è stata ricca di energia, di emozioni e di momenti esilaranti, anche se non premiata dagli ascolti (scesi rispetto alla terza puntata dello scorso anno).

Andiamo per ordine, al centro di tutto la gara. Si sono infatti ri-esibiti i 12 Campioni: Mahmood, Enrico Nigiotti, Anna Tatangelo, Ultimo, Francesco Renga, Irama, Patty Pravo e Briga, Simone Cristicchi, Boomdabash, Motta, Zen Circus, Nino D’Angelo e Livio Cori. Le canzoni sono state votate dal televoto (40%), la giuria demoscopica (30%) e la sala stampa (30%). La classifica finale ha visto nella zona blu, la più alta, Simone Cristicchi, Mahmood, Irama e Ultimo, in quella gialla Enrico Nigiotti, Motta, The Zen Circus e Francesco Renga, in quella rossa Anna Tatangelo, Nino D’Angelo e Livio Cori, Boomdabash e Patty Pravo con Briga.

Momento emozionante l’ingresso di Antonello Venditti, che sul palco dell’Ariston ha cantato per la prima volta dal vivo in tv Sotto il segno dei pesci e si è esibito con “dirottatore” artistico Claudio Baglioni in una doppia versione al pianoforte di Notte prima degli esami.

Secondo ospite della serata un’emozionatissima Alessandra Amoroso che ha cantato il suo singolo Dalla tua parte, con il padrone di casa ha reso omaggio alla celebre canzone di Pino Donaggio Io che non vivo.

Decisamente esilarante il duetto tra Virginia Raffaele e Ornella Vanoni. La cantate è stata strepitosa nel suo completo rosso fuoco. Autoironica, divertente e con la battuta pronta, ha tenuto testa alla sua imitatrice per eccellenza: “Mi hai rovinato la vita facendomi passare per una rimbambita, una rincoglionita, una maniaca sessuale… Quando sei andata da Carlo Conti a fare la mia imitazione, ho passato un anno di inferno! Tutti i tassisti mi chiedevano se fossi stata a Sanremo, sono andata in crisi di identità”.
Insieme hanno cantato e poi presentato Patty Pravo e Briga. A quel punto Ornella dà il meglio, prima saluta l’amica in gara, perchè “a una certa età, si può fare quello che si vuole” e poi dice: “Sono venuta aggratis: che non diventi un’abitudine!”.

Pubblico scatenato con gli altri ospiti. Si canta con Raf e Umberto Tozzi, si balla con Fabio Rovazzi (che prima di lasciare il palco ricorda il papà) e si ride con Paolo Cevoli.

Il momento più emozionante è stato sicuramente il ricordo alla grande Mia Martina. Sul palco dell’Ariston una commossa Serena Rossi, protagonista del film tv dedicato alla cantante, canta Almeno tu nell’universo insieme a Claudio Baglioni, che poco prima insieme a Virginia Raffaele aveva ricordato il suo incontro con Mimì.

(foto TgCom24)