Sanremo 2020, anche la terza serata è stata un trionfo

La terza serata della 70esima edizione del Festival di Sanremo, quella dedicata alle cover, è stata un trionfo. Un omaggio all’Italia, alle canzoni che hanno fatto la storia del Festival, rilette dai 24 Big in chiave attuale. Tutti gli artisti hanno saputo rispettare le canzoni donandogli una nuova identità, senza mancare di rispetto alla versione originale. A votare le performance i musicisti dell’orchestra che hanno messo sul podio Tosca con “Piazza Grande” insieme alla cantante spagnola Silvia Perez Cruz, Piero Pelù con “Cuore matto” e i Pinguini Tattici Nucleari con il loro medley “Settanta volte”.

Molto apprezzato anche Achille Lauro, che in perfetto stile Ziggy Stardust, uno dei tanti alter ego di David Bowie, ha riproposto con Annalisa “Gli uomini non cambiano”, omaggio alla grande Mia Martini. Raphael Gualazzi ha emozionato con un’elegantissima Simona Molinari sulle note di “E se domani” di Mina, Diodato e Nina Zilli hanno fatto scatenare con “24 mila baci” mentre Bugo e Morgan, seppur ultimi in classifica, hanno fermato il tempo con “Canzone per te” di Sergio Endrigo.

Amadeus ha di che essere felice per questo Festival (si parla già di un “AmaBis”), le sue scelte si stanno rivelando vincenti. Anche le due co- conduttrici di ieri hanno conquistato l’Ariston. Georgina Rodriguez, con Cristiano Ronaldo che la guardava dalla prima fila, ha portato al Festival tutto il sole della Spagna e una bella dose di sensualità. Alketa Vejsiu, conduttrice albanese, è stata effervescente e totalmente padrona della scena.

Gli ospiti internazionali, Luis Capaldi e Mika, sono stati molto apprezzati sia dal pubblico in sala che da quello a casa. L’ex giudice di X Factor ha anche omaggiato il nostro Paese cantando “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio De Andrè.

Roberto Benigni, come era prevedibile, ha fatto il picco di ascolti. Ha parlato del Cantico dei Cantici, brano della Bibbia: «È la canzone più bella che sia mai stata scritta nella storia dell’umanità, ogni parola è un diamante, è un dono che ci arriva da 2400 anni fa… È una canzone che parla di amore fisico, di due giovani che si amano, ardenti, sinuosi, voluttuosi, erotici».

A sorpresa è arrivato invece l’annuncio del concerto “Uno, nessuno, centomila”. Sul palco sono apparse sette rappresentati della musica italiana (Gianna Nannini, Laura Pausini, Giorgia, Fiorella Mannoia, Elisa, Emma e Alessandra Amoroso), unite con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza contro le donne. Il concerto (benefico) si terrà all’Arena Campovolo di Reggio Emilia il 19 settembre.

Questa sera si aprirà dando spazio alle Nuove Proposte. A contendersi la vittoria Tecla, Leo Gassmann, Fasma e Marco Sentieri. Poi spazio ai 24 Big. Amadeus sarà affiancato Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello, ospiti Dua Lipa, Ghali, Gianna Nannini e Johnny Dorelli. Non mancheranno Fiorello e Tiziano Ferro.

(credits Instagram, TgCom24 Italy Photo Press)