Burnout per colpa del lavoro… ma anche delle relazioni

Avete mai sentito parlare di “burnout”? Con questa parola si indica un esaurimento fisico e psicologico causato dal lavoro, e potrebbe comparire anche nelle cartelle cliniche. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, qualche tempo fa, l’ha inserito nel manuale che l’Oms affida ai medici per diagnosticare le malattie. Ma si può parlare di burnout anche a livello sentimentale. Di solito, sul lavoro, si verifica quando si sente che si sta lavorando troppo e i risultati non sono all’altezza dell’impegno e delle aspettative. Stessa cosa succede nelle relazioni.

Quando si mette anima e corpo in una storia che poi non va come si sperava e si arriva a lasciarsi, il periodo che viene dopo può portare ell’esaurimento, fisico e mentale, cioè proprio il burnout.

Ovviamente non capita a tutti. Ma se vi sentite così state tranquilli, è solo un momento, vuol dire che non era la persona giusta, passerà, avete solo bisogno di tempo per ricaricare le pile. Perché sarà anche vero che l’amore richiede impegno e dedizione, ma non certo deve stressare e deprimere.