Whitney Houston, il suo ologramma in tour

Dopo Elvis Presley, Michael Jackson, Freddie Mercury, Tupac, Maria Callas, Roy Orbison, Ronnie James Dio e Frank Zappa, anche Whitney Houston tornerà a cantare grazie al suo ologramma. Il progetto, ben studiato e di una certa caratura, è nato dall’accordo della famiglia dell’artista, scomparsa nel 2012, e della società Primary Wave. Non ci saranno infatti solo concerti, ma anche un musical a Broadway, uno spettacolo in stile Las Vegas e un album di brani inediti.

https://www.instagram.com/p/BxsrX28H8Fv/

Gli eredi avevano sempre rifiutato ogni tipo di offerta, ma adesso qualcosa deve essere cambiato. Pat Houston, cognata e ex manager di Whitney, ha dichiarato al New York Times: “Prima che morisse, c’è state troppa negatività attorno al suo nome. Non si parlava più della musica, gli scandali personali ne avevano oscurato la legacy… E’ una questione di tempi. Per gli ultimi sette anni è stato difficile… Ora è l’ora di essere strategici”. L’obiettivo è quello infatti di ridare luce ad una delle più grandi artiste di tutti i tempi, ma anche ovviamente di far rivivere un “brand” che potrebbe ancora dare molti frutti.

Come per Amy Winehouse, che dovrebbe tornare a breve a cantare sotto forma di ologramma, per la gioia delle tasche dei parenti, i fan sono in rivolta. Perché sarà anche bello rivedere cantare il proprio artista del cuore, ma lucrarci non è una cosa che i più possono accettare.

(credits Instagram)