Arriva “L’Umbria che Spacca” 2022 e Radio Subasio c’è!

Alla nona edizione de “L’Umbria che spacca”, il Festival previsto a Perugia dal 30 giugno al 3 luglio ci sarà anche Radio Subasio.

Una nuova partnership (l’emittente sarà media partner e radio ufficiale) per un evento ormai di riferimento nel Centro Italia.

Dopo un’edizione difficile e unica, come quella del 2021 celebrata alla Villa del Colle del Cardinale, “L’Umbria che Spacca” torna nel capoluogo e lo fa con un viaggio musicale “spaziale”, a partire dalla nuova grafica con l’Umbria formato navicella spaziale e dal claimMusica galattica lontana dal mare”.

Saranno quattro le giornate previste, in luogo delle tradizionali tre, e ben cinque i palchi attivi dalle 6.30 del mattino alle 2 del giorno successivo, dall’area di Borgo XX Giugno fino a Corso Vannucci, che ospiteranno il meglio delle proposte della scena musicale contemporanea italiana e il solito spazio dedicato alle realtà umbre. 

Nel rispetto dei luoghi della città, dell’ambiente, della sicurezza, della cultura e del territorio, verrà quindi dato grande spazio alla musica di qualità e di richiamo per i più giovani e non solo.

Il “Concert Stage” (main stage) accoglierà circa 3000 persone e sarà localizzato nei meravigliosi Giardini del Frontone, in Borgo XX Giugno.

Il cartellone dei “big” prevede quest’anno le esibizioni della giovane cantautrice Ariete (30 giugno, opening act BNKR44), del rapper Willie Peyote (1 luglio, opening act con Mobrici), del grande cantautore Brunori Sas (2 luglio, opening act Margherita Vicario e Mox) e della nuova Diva della scena musicale italiana Myss Keta (3 luglio, concerto ad ingresso gratuito).

Palco che ospiterà anche le realtà musicali umbre che hanno superato le selezioni del Coopntest. Sul main stage si esibiranno: Falegnameria Marri, Lagoona, Hell & Then, Ggiovanni, Lecosedigiuli, Rosewood e Madblow.

Ma non solo, spazio anche al concorso Unimusic, il concorso musicale indetto da A.Di.S.U. per band e artisti emergenti.

Riconfermata l’ormai tradizionale “Galleria che spacca” Stage (in collaborazione con la Galleria Nazionale dell’Umbria, partner del festival sin dal 2018) che accoglierà 200 persone al giorno, all’interno della Galleria Nazionale dell’Umbria in Corso Vannucci.

Il format pomeridiano (dalle 17.30 alle 18.30) consiste in visite guidate dell’artista ospite e del direttore della Galleria, Marco Pierini, per circa 200 persone con concerto acustico finale al termine della visita.

La contrapposizione fra “critica formale” del direttore e “critica destrutturata” dell’artista coinvolto crea una discussione sempre interessante e questo rende la visita innovativa rispetto alla classica fruizione del già ampio patrimonio museale.

Gli ospiti di quest’anno sono Massimo Zamboni (Cccp, Csi) atteso per venerdì 1 luglio, Emanuela Fanelli (“Una pezza di Lundini”, co-conduttrice) sabato 2 luglio e Pierpaolo Capovilla (Teatro degli orrori, One dimensional man) in programma domenica 3 luglio.

Novità di quest’anno, il “Garden Stage” (insieme al CAMS – Centro di ateneo per i musei scientifici) che accoglierà dalle 6.30 del mattino circa 100 persone per la sonorizzazione dell’alba nell’Orto botanico medievale dell’Università degli Studi di Perugia all’interno del Complesso monumentale di San Pietro sempre in Borgo XX Giugno, vicino al main stage del Frontone.

L’idea è portare musica anche a colazione, in una location tutta da scoprire, dalle 6.30 alle 9.30 del mattino, nei giorni 1, 2 e 3 luglio 2022.