Achille Lauro: nel video di Marilù l’omaggio ai Nirvana

Mia Marilù, cos’è la vita se non imparare a vivere la vita?”

Così Achille Lauro sottolinea sui social il lancio del video di Marilù, il suo ultimo singolo, il cui testo è stato definito da molti come un “manifesto femminista”.

Una canzone sul significato di crescere, sulla libertà di scegliere e di sbagliare, per imparare dai propri errori, che fanno parte della vita … proprio come il verso riportato dall’autore.

Marilù è il secondo singolo che anticipa l’album “Lauro“, in uscita il 16 di aprile, che con sonorità nuove e nuove sperimentazioni prosegue il percorso avviato con la trilogia 19691990 1920.

Se la canzone è un inno alle donne libere, il video rende omaggio a Kurt Cobain e ai Nirvana e si rifà al famoso show per “MTV Unplugged”. Registrato nel 1993 e pubblicato nel 1994 da uno dei gruppi musicali più rappresentativi del genere grunge è considerato anche come testamento sonoro del front man.

Achille Lauro seduto su uno sgabello suona la chitarra e canta, mentre il resto della band indossa il celebre cardigan che richiama Kurt Cobain.

Il performer da sempre esprime apprezzamento per le personalità più importanti della storia della musica e lo fa con citazioni di livello e riferimenti a personaggi del calibro di David Bowie – come visto peratro a Sanremo – e Sid Vicious.

Il videoclip è stato girato nello studio VideoProject di Cologno Monzese con la regia di Leandro Emede. Alle riprese hanno partecipato anche Marco Lanciotti, Gregorio Calculli e Raffaele Littorio, della band che ultimamente affianca l’artista nelle sue performance.