Noemi: la sua “Glicine” è disco d’oro

Già si parla di strabiliante effetto Sanremo! Sì, perché a detta degli osservatori negli ultimi dieci anni nessun Festival aveva raggiunto risultati di vendita così importanti – ad oggi ben 10 brani figurano nelle varie classifiche – supportati anche dallo streaming.

Tra gli ultimi brani certificati con il disco d’oro, Glicine di Noemi, primo estratto dal settimo album dal titolo “Metamorfosi”

L’artista, giunta sul palco dell’Ariston con una forma invidiabile, aveva parlato della canzone come frutto del suo rinnovamento profondo, capace di portarla ad esplorare sonorità diverse, colori inediti della sua voce

Scritto da Ginevra Lubrano, Francesco Fugazza, Tattroli e Dario Faini che ne ha curato anche la produzione, la canzone è un inno alle donne che si riscoprono forti nel rinnovarsi anche alla fine di un grande amore.

Un po’ come il glicine, pianta rampicante dalla fioritura delicata, ma dalla radici robustissime, in grado di piegare nel tempo il ferro.

Ad impreziosire il brano, un video suggestivo, pubblicato all’indomani della prima esecuzione.

Noemi arriva nel punto in cui dovrà tenere un concerto e canta guardando il ponte della Becca davanti a lei come se stesse facendo le prove per un’esecuzione da tenere sulla sabbia al tramonto.

Immagini molto evocative e dal grande valore simbolico, girate sulle spiagge del punto in cui il Ticino si tuffa nel Po.

Una circostanza che aveva inorgoglito gli amministratori locali, tanto che il sindaco di Linarolo, Paolo Fraschini aveva annunciato sul suo profilo Facebook “la spiaggia del ponte della Becca era stata scelta come location del ‘concerto’ di Noemi nel video della sua canzone in gara a Sanremo”.

Siamo stati contattati prima – aveva aggiunto – e ci è stato chiesto di mantenere la massima riservatezza sul giorno in cui sarebbe stato girato il video per una questione di ordine pubblico”.

Il timore era che, sapendo della presenza di una nota cantante, molti curiosi avrebbero potuto accorrere, creando assembramenti inaccettabili in tempi di emergenza sanitaria!

Credits – Instagram