Coronavirus: i numeri nel mondo e in Italia

Il numero dei casi di coronavirus a livello mondiale ha superato quota 2 milioni e 100mila, con 2.158.033 contagi confermati, ed oltre 145mila persone hanno perso la vita. È quanto emerge dai dati raccolti a cura della Johns Hopkins University ed aggiornati dopo che la task force per la prevenzione e il controllo a Wuhan, la città della Cina da dove è partito il Covid-19, ha corretto verso l’alto il bilancio delle vittime nella metropoli, aggiornandolo da 2.579 a 3.869.

Questa, secondo la Johns Hopkins, la lista delle dieci nazioni più colpite: Stati Uniti: 667.225 contagi (33.286 vittime).Spagna: 184.948 contagi (19.315 vittime).Italia: 168.941 contagi (22.170 vittime).Francia: 147.091 contagi (17.941 vittime).Germania: 137.698 contagi (4.052 vittime).Regno Unito: 104.145 contagi (13.759 vittime).Cina: 83.403 contagi (4.636 vittime).Iran: 77.995 contagi (4.869 vittime).Turchia: 74.193 contagi (1.643 vittime).Belgio: 34.809 contagi (4.857 vittime).

In Italia, secondo il bollettino della Protezione civile diffuso nella serata di giovedì, i numeri parlano di 106.607 positivi, 40.164 guariti, 22.170 deceduti. Un trend in linea con i giorni precedenti, riconosciuto “discendente” dal presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro presente alla conferenza stampa. In leggero rialzo i nuovi casi positivi, che sono 1189 più di mercoledì (+1,13%), ma aumentano in percentuale molto maggiore i guariti: +2072 unità (+5,44%).

In calo, se pur di poco, ma per il secondo giorno consecutivo, la crescita dei morti: 525 più di mercoledì (+2,43%), quando erano stati 578 in più di martedì (+2,74%). I casi totali sono 3786 in più (+2,29%), mentre prosegue il calo dei ricoverati in terapia intensiva: -143 su mercoledì (-4,64%), con il totale che scende a 2936 (il 3% del totale, mai così pochi dal 21 marzo).

I ricoverati con sintomi sono in totale 26.893 (-750 sui dati precedenti), di cui 76.778 (72%) in isolamento domiciliare.Il totale dei tamponi effettuati sale a 1.178.403, +60999 su mercoledì (+5,46%).