Coronavirus: OMS, il 10% della popolazione mondiale potrebbe essere stato contagiata

Circa il 10% della popolazione mondiale potrebbe essere stato contagiato dal nuovo coronavirus e la stragrande maggioranza delle persone rimane a rischio.

Lo ha dichiarato il direttore esecutivo del programma per le emergenze sanitarie dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Michael Ryan.

“Questo virus varia a seconda del Paese, varia da urbano a rurale, varia tra i diversi gruppi, ma la stragrande maggioranza del mondo rimane a rischio – ha detto Ryan durante la sessione speciale del comitato esecutivo dell’Oms Sappiamo che la pandemia continuerà a evolversi, ma sappiamo anche di avere gli strumenti per reprimere la trasmissione e salvare vite e sono a nostra disposizione. Il futuro dipende dalle scelte che facciamo collettivamente”.

In Italia, il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, durante un’intervista radiofonica ha sottolineato “escludiamo un nuovo lockdown, ma dobbiamo rafforzare tutte le misure. Dobbiamo mettere un surplus di attenzione e rigore nelle misure per il contenimento del virus”.

Il virus non è sconfitto – ha ribadito – siamo ad un bivio e anche per contenere l’impatto economico, si devono fare tutti gli sforzi per contenere il virus in questa seconda ondata”.

Intanto è di nuovo attivo, da oggi, il Comitato operativo istituito presso la sede della Protezione civile in via Vitorchiano a Roma. Come era accaduto nei mesi più duri dell’epidemia di coronavirus e del lockdown, il Comitato di esperti dovrà coordinare gli interventi sul territorio in materia di contrasto alla diffusione del virus.

Un primo incontro esplorativo si è già svolto oggi alla presenza del capo del capo del Dipartimento Angelo Borrelli, coadiuvato dal commissario per l’Emergenza, Domenico Arcuri. In video conferenza c’e stato un collegamento con i diversi responsabili, con alcuni governatori, delle diverse regioni d’Italia.