Coronavirus: vittime aumentano, le misure si inaspriscono

Nel mondo il numero di morti accertati da coronavirus ha superato quota 2.000, tutti in Cina tranne cinque in altri paesi. I contagiati sono oltre 75mila.

Lo segnala l’ultimo bilancio fornito dalle autorità e i media cinesi, oltre alle comunicazioni fornite da altre autorità mondiali, messe in ordine dal South China Morning Post.
Ecco di seguito il numero dei contagi e delle vittime, diviso per paesi e aree geografiche: Cina “continentale”: 74.129 contagi (2.000 morti) Giappone: 610 contagi (un morto) Singapore: 81 contagi Hong Kong: 62 contagi (un morto) Thailandia: 35 contagi Corea del Sud: 31 contagi Taiwan: 22 contagi (un morto) Malaysia: 22 contagi Germania: 16 contagi Vietnam: 16 contagi Australia: 15 contagi Stati uniti: 15 contagi Francia: 12 contagi (un morto) Macao: 10 contagi Regno unito: 9 contagi Emirati arabi uniti: 8 contagi Canada: 8 contagi Filippine: 3 contagi (un morto) India: 3 contagi Italia: 3 contagi Russia: 2 contagi Spagna: 2 contagi Belgio: 1 contagio Cambogia: 1 contagio Egitto: 1 contagio Finlandia: 1 contagio Nepal: 1 contagio Sri Lanka: 1 contagio Svezia: 1 contagio.

Intanto, dopo 14 giorni di quarantena, è iniziato nella notte lo sbarco dei passeggeri della Diamond Princess che non sono stati contagiati dal coronavirus.
La nave è ormeggiata nella baia di Yokohama, in Giappone. A mezzanotte e mezza è partito dall’aeroporto di Ciampino il volo con il personale medico chiamato a soccorrere gli italiani a bordo della nave da crociera, su cui sono stati segnalati più di 540 casi di contagio.
Circa 500 passeggeri senza sintomi, risultati negativi ai test e che non hanno avuto alcun contatto con le persone contagiate, saranno sbarcate durante il giorno, secondo il ministero della Sanità giapponese.
Le 3.711 persone provenienti da 56 paesi inizialmente a bordo hanno visto una crociera da sogno in Asia trasformarsi in un incubo, tra la paura di contrarre il virus mortale e la noia infinita, confinati in una cabina, per alcuni senza finestra, con la possibilità di fare solo una piccola passeggiata sul ponte.
Il ministero della Salute giapponese ha riferito ieri che le operazioni di sbarco proseguiranno fino a venerdì, di pari passo con l’arrivo dei risultati degli esami di laboratorio.

Parallelamente, nel nostro Paese, un cittadino italiano, residente in Liguria, si è sottoposto a isolamento fiduciario volontario nel proprio domicilio e sarà sottoposto alle misure di sorveglianza sanitaria previste dal protocollo implementato dalla Regione Liguria, dopo essere sbarcato dalla nave da crociera in Cambogia, su cui viaggiava una persona affetta da coronavirus. Lo ha reso noto Alisa, l’agenzia ligure per la sanità. Secondo quanto trapelato, il cittadino vive a Sanremo.

La Russia ha annunciato l’intenzione di vietare ai cittadini cinesi di entrare nel suo territorio a partire da giovedì, una nuova drastica misura volta a fermare la diffusione dell’epidemia.“L’ingresso di cittadini cinesi attraverso le frontiere russe è sospeso dal 20 febbraio per viaggi di lavoro, viaggi privati, studi e turismo”, ha affermato Tatiana Golikova, vice primo ministro incaricato della Sanità, citata dalle agenzie russe.